13 Feb 2024

Come caricare la batteria dell’auto?

Caricamento batteria auto

Soluzioni per ricaricare correttamente le batterie della macchina

Ogni automobilista può trovarsi di fronte alla spiacevole situazione di una batteria auto scarica. Che sia dovuto al freddo, all'uso prolungato di dispositivi elettronici con il motore spento, o semplicemente all'età della batteria, conoscere il modo corretto per caricare la batteria dell'auto è fondamentale. Sapere come caricare la batteria dell’auto si rivela fondamentale per evitare di restare bloccati ed essere costretti a chiamare l’assistenza. In questo articolo, esploreremo come identificare i segnali di una batteria scarica, ricaricarla efficacemente utilizzando attrezzature per automobili, come un caricabatterie o tramite il metodo dei cavi collegati a un'altra vettura, e comprendere quando potrebbe essere necessario sostituirla.

Come capire se la batteria è scarica

Riconoscere i segnali di una batteria auto scarica è fondamentale per prevenire inconvenienti. Tra i sintomi più evidenti ci sono difficoltà nell'avviamento del motore, luci interne che appaiono insolitamente deboli e l'attivazione di spie di avvertimento sul cruscotto. Un chiaro indicatore di batteria scarica emerge quando, nel tentativo di avviare l'auto, si percepiscono rumori insoliti provenienti dal motorino di avviamento, segno che la batteria non dispone della carica necessaria per avviare il motore. Invece, se al tentativo di accensione le spie sul cruscotto non si illuminano affatto, potrebbe trattarsi di una batteria completamente esaurita o, in alcuni casi, di un problema dovuto al fatto che la batteria si sia scollegata.
 

Come ricaricare le batterie dell'auto con il caricabatterie

Per ricaricaricare le batterie dell’auto con un caricabatterie, avrai bisogno di avere accesso alla corrente elettrica e di seguire questi passaggi:

  1. Assicurati che il veicolo sia spento e parcheggiato in un luogo protetto con accesso alla corrente elettrica.
  2. Collega i cavi della batteria come segue: collega il cavo positivo (rosso) del caricabatterie al terminale positivo (+) della batteria e collega il cavo negativo (nero) a un punto di massa
  3. Imposta il caricabatterie: prima di collegare il caricabatterie alla presa elettrica, assicurati che sia impostato sulla tensione corretta, solitamente 12V per la maggior parte delle auto, e sul tipo di carica richiesta (mantenimento, carica lenta o rapida, a seconda delle necessità).
  4. Collega il caricabatterie alla presa elettrica e accendilo. Alcuni modelli hanno un indicatore che mostra il progresso della carica o che mostrano le istruzioni sul display del caricabatterie. Consulta il manuale del tuo caricabatterie per capire come interpretare questi indicatori.
  5. Ricarica la batteria: lascia che il caricabatterie lavori per il tempo necessario. Il tempo di ricarica può variare a seconda della capacità della batteria e del livello di scarica. Un caricabatterie automatico si spegnerà da solo una volta completata la carica, mentre per un modello manuale dovrai monitorare il processo e spegnerlo tu manualmente quando la batteria è carica.
  6. Una volta completata la carica, spegni il caricabatterie e scollega prima il cavo negativo dal veicolo e poi il cavo positivo dalla batteria.
     

Come collegare cavi batteria auto ad un’altra vettura

Per poter ricaricare una batteria auto con i cavi è necessario avere a disposizione una seconda vettura che possa passare l'energia alla batteria della prima macchina.

  • Accosta le due macchine. La batteria auto solitamente si trova nel vano motore, ma non sempre, può trovarsi anche nel bagagliaio, sotto il sedile del conducente o del passeggero o in altre parti nascoste della macchina. Sarà necessario accostare il più possibile le due auto, in modo da riuscire a collegare agilmente le batterie delle due auto: posteggia l’auto funzionante il più vicino possibile a quella ferma.
  • Accendi l’auto funzionante. Mantieni accesa l’auto che ti servirà per far ripartire il veicolo in panne a causa della batteria scarica.
  • Collega le batterie con i cavi. Srotola i cavi del caricabatterie e collega le batterie dei due veicoli seguendo le istruzioni che seguono, iniziando sempre con quella dell’auto funzionante. Connetti il capo rosso del cavo positivo al terminale positivo della batteria, riconoscibile dallo stesso colore rosso. Il cavo negativo, di colore nero, va invece attaccato al terminale negativo o a una parte metallica del telaio, noto come "punto di massa”. Ripeti questi passaggi per l'auto con la batteria esaurita, attaccando le estremità libere dei cavi ai corrispondenti terminali: il connettore rosso al terminale positivo, solitamente segnato da un'etichetta o una copertura plastica rossa, e il nero al punto di massa.
  • Accendi l’auto con la batteria scarica. Verifica che il collegamento tra le batterie sia stato eseguito correttamente. Posizionati al volante del veicolo che necessita di essere avviato, inserisci la chiave nell'accensione e avvia il motore, assicurandoti di tenere l'auto immobile e il cambio in posizione neutra (in folle).
  • Lascia l’auto accesa per un tempo sufficiente alla ricarica. Una volta che l'auto ha ripreso a funzionare, per garantire una ricarica adeguata della batteria dopo l'avviamento d'emergenza, è consigliabile mantenere il motore acceso per almeno 15-30 minuti. Questo tempo permette all'alternatore di ricaricare la batteria in misura sufficiente per il prossimo avvio.
  • Scollega i cavi. Procedi a scollare i cavi, procedendo in modo inverso rispetto a quello fatto finora. Parti  dalla macchia con la batteria appena caricata, rimuovendo il cavo nero dal punto di massa e successivamente quello rosso. Replica questi passaggi nello stesso ordine anche per la macchina usata per effettuare la ricarica: inizia quindi staccando il cavo negativo, quello nero, e successivamente il cavo positivo, quello rosso. Una volta completata questa operazione si può chiudere il cofano, o altre zone in cui sono presenti le batterie, e sistemare con attenzione i cavi di avviamento, pronti per essere utilizzati all'occorrenza in futuro.

 

Comprendere la durata della batteria dell'auto

Non sempre è possibile ricaricare la batteria degli autoveicoli, se la batteria è vecchia o danneggiata oltre il punto di recupero (ad esempio, se non tiene la carica dopo essere stata ricaricata o se mostra segni di danneggiamento fisico come rigonfiamenti o perdite), l'unica soluzione potrebbe essere la sostituzione. La durata di una batteria auto può variare ampiamente, generalmente tra i 3 e i 5 anni, ma è influenzata da molti fattori come il clima, il tipo di uso del veicolo e la manutenzione.  Se la tua batteria rientra in questo intervallo o lo supera, potrebbe essere giunto il momento di sostituirla.

»
Whatsapp